lunedì 18 marzo 2019

effetto larsen

“l’eccessiva prossimità dell’evento e della sua diffusione in tempo reale genera indecidibilità, una virtualità dell’evento che lo spoglia dalla sua dimensione storica e lo sottrae alla memoria. Siamo immersi in un Effetto Larsen generalizzato. Ovunque si dia questa promiscuità, questa collisione tra poli, c’è massa”    
(L’agonia del potere, p. 47) Jean Baudrillard




"The excessive proximity of the event and its diffusion in real time generates undecidability, a virtuality of the event that strips it of its historical dimension and removes it from memory. We are immersed in a generalized Larsen Effect. Wherever this promiscuity is given, this collision between poles, there is mass "(The agony of power, p. 47) Jean Baudrillard

giovedì 14 marzo 2019

140319

140319 luciopicca

Beceri discorsi - 002


Beceri discorsi - 002
frammenti
luciopicca

“Aveva dodici anni, ma non mi prendere per un Girolimoni, a dodici anni quelle lì erano già donne”.

“madamato”

“animalino docile”

“Coi negri non si fraternizza”

“In Africa è un’altra cosa, non c’è stata nessuna violenza, le ragazze in Abissinia si sposano a dodici anni.”

Indro Montanelli


Beceri speeches - 002
scraps
luciopicca

"He was twelve, but don't take me for a Girolimoni, at twelve they were already women there."

"Madamato"

"Docile animal"

"With Negroes you don't fraternize"

"In Africa it is another thing, there was no violence, the girls in Abyssinia are married at the age of twelve."

Indro Montanelli






madamato

Indro Montanelli non nascose mai di aver comprato e sposato, a ventisei anni, una bambina eritrea di dodici anni, vendutagli dal padre. Lo raccontò, anzi, a Enzo Biagi durante un’intervista in TV nel 1986: “Aveva dodici anni, ma non mi prendere per un Girolimoni, a dodici anni quelle lì erano già donne”. “Quelle lì” sono le donne eritree, che durante il colonialismo fascista gli uomini italiani compravano come schiave sessuali. Era una pratica nota come “madamato”, una relazione temporanea sancita con uno scambio di denaro che permetteva di acquistare una giovane moglie africana.

 Indro Montanelli never hid from having bought and married, at the age of twenty-six, an Eritrean child of twelve, sold to him by his father. He told it, in fact, to Enzo Biagi during an interview on TV in 1986: "He was twelve, but don't take me for a Girolimoni, at twelve they were already women". "Those there" are the Eritrean women, who during the fascist colonialism Italian men bought as sex slaves. It was a practice known as "madamato", a temporary relationship established with an exchange of money that allowed the purchase of a young African wife.

io me ne fotto...

Theodor Saevecke, il Boia di Piazzale Loreto, fu processato nel 1999, Montanelli testimoniò in suo favore, scatenando l’indignazione dei parenti delle vittime.
“Io me ne fotto dei loro rumori” , disse Montanelli.


 Theodor Saevecke, the executioner of Piazzale Loreto, was tried in 1999, Montanelli testified in his favor, triggering the indignation of the relatives of the victims.
"I fuck with their noises," said Montanelli.

acquisto

Indro Montanelli

La statua in bronzo che lo ritrae intento a battere alla sua eterna Olivetti è stata imbrattata di vernice rosa.
Indro Montanelli, acquistò una ragazzina indigena in Abissinia quando era tenente nel XX Battaglione Eritreo.


Indro Montanelli
The bronze statue depicting him intent on beating his eternal Olivetti was smeared with pink paint.
Indro Montanelli, bought an indigenous girl in Abyssinia when he was a lieutenant in the XX Eritrean Battalion.

mercoledì 13 marzo 2019

zwei, drei, vier


Beceri discorsi - 001
frammenti
luciopicca


“Come ho potuto sopravvivere ad …? Il mio principio è: per prima, per seconda e per terza vengo io. Poi più niente. Poi io di nuovo; e poi tutti gli altri”.

Ella Lingens-Reiner

 “Links, zwei, drei, vier”
sinistra, due, tre, quattro

 Beceri speeches - 001
scraps
luciopicca


"How could I survive ...? My principle is: first, second and third I come. Then nothing more. Then I again; and then all the others ".

Ella Lingens-Reiner

  "Links, zwei, drei, vier"
left, two, three, four